CONDIVIDI

FC FANTAMANZIONNA – AC MILAN 2 – 1

Mettiamola così, per il glorioso Milan e tutti i suoi derivati, non sono certo questi i giorni più esaltanti… Un’altra sconfitta allo scadere et voilà il gioco è fatto:

Sgaramella A.dro: In una serata tipica del clima di Brighton di lui si ricorderà all’interno della sua folgorante maglietta arancione, un uomo non più certezza assoluta, perchè in panchina la Tricolor porta altri due portieri (che non entreranno)… Poco impegnato e incolpevole sul gol, prende solo tanta umidità… PORTIERE AL LED

Manzionna A.nio: Il capitano quando sente l’odore dell’inverno, della pioggia, della nebbia e dell’umidità, si ricorda di essere stato da giovane una colonna dei gloriosi Hibernian e sfoggia la sua arma preferita, il corpo a corpo… PORNOSTAR

Galiani Aldo: Su di lui c’era l’incombenza di un rischio default che la copiosa umidità poteva creare a contatto con la sua pelata, ma così non è stato, anzi i suoi lampi di classe difensiva, hanno illuminato più dei lampioni dell’impianto sportivo… SANDRINO 13

Priore G.lo: Arriva all’appuntamento contro il Milan pieno di raschi e lividi causati dal trasloco del weekend precedente, e soprattutto dalla brusca salita su una rampa, all’interno di un furgone con quintali di arredi cadutigli in corpo, ma lui non si scompone e seppur ammaccato mette in campo tutto il suo agonismo… IRON MAN

Rossini A.nio: Guardato a vista dalla sua compagna, il bell’Antonio della Tricolor convince l’arbitro dell’incontro a fischiare con largo anticipo i finali di tempo per non trovar chiusa la pizzeria dove aveva prenotato per il dopo gara; tra calci dati e ricevuti, il suo motto è sempre lo stesso… Chi si estranea dalla lotta è un gran figlio di m……tta !!! DESIDEROSO

Pepe A.ssio: Il “Bellissimo” della Tricolor sfoggia come sempre tutto il suo dinamismo, e tra tacchi sbagliati ed erba scivolosa, entra in contrasto con se stesso, girando come un cane che cerca di mordersi la coda… Piccolo problema da far notare in società, la sua maglia è sempre più stretta, urgono soluzioni… BELLO DE MAMMA

Zonno Cristian: Stavolta non dimentica nessun compleanno e gioca in tranquillità; si vede che la presenza di Jimmy Fontana lo rassicura come quella di un padre per un bimbo in una stanza al buio… Segna il gol vittoria nel recupero e fa partire la Macarena su via Fanelli… MASTER CHEF

Donvito Leo: Al cuor non si comanda, e nonostante la sua sfacciata fede rossonera, gioca una partita memorabile, con tanto di gol del pareggio… Non esulta per rispetto, ma in campo la sua radiolina è sempre accesa; a fine gara ritira anche il premio, ma lamenta di aver perso il Kway… Come sempre manda in confusione le menti di chi lo circonda, ma senza di lui non era più domenica… CUORE TRICOLOR

Caracciolese F.sco: Per il remake di “Lo chiamavano Bulldozer” l’attore protagonista è stato già trovato… Sarà lui il bomber per eccellenza del Fantamanzionna, Ciccio Iron Man Caracciolese… Per gli avversari è immarcabile, capace di bloccarne contemporaneamente anche tre, è l’incubo delle difese avversarie… Per ora calma piatta con gli arbitri, dopodichè serviranno le guardie per fermarlo!!! BUD SPENCER

Marzulli Rino: Finalmente torna a respirare l’aria dello spogliatoio, e sinceramente non è sempre piacevole dopo una giornata di lavoro, ma bando alle ciance, il sol fatto di esserci è d’aiuto per tutti… Non vede l’ora di fare il suo ingresso in campo il Paul Scholes della Tricolor!!! RINO IS BACK

Antonio Jimmy Fontana: Per lui convocazione a sorpresa, e soprattutto -12 Kg in pochi giorni, grazie alle sue pozioni magiche fatte di zenzero, pompelmo rosa e additivi vari… Si presenta con un look da portiere del campionato Kazako durante una trasferta in Siberia, è quasi pronto anche lui per lo storico esordio… FENOMENO

Ventola G.nni: Sarebbe più bello rivederlo in divisa da calciatore, ma quel giubbino verde si sposa così bene con i completi dei ragazzi in campo, che quasi vien voglia di comprarlo a tutti… Il faro del centrocampo quando sarà pronto? PADANO

Galletta A.nino: Ha due momenti di vistoso azzannamento, quando alla fine dei due tempi entra in contrasto con l’arbitro signor Vito Colella, per una discordanza sugli orologi… Il suo Casio non va d’accordo con lo Swatch di Colella… Ci si augura non debbano darsi appuntamento da qualche parte, si rischierebbe il guaio diplomatico… SVIZZERO